Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Condividi

porto azzurroLunedì 23 Settembre alle ore 11, all’interno della Casa di Reclusione si terrà lo spettacolo teatrale “Le donne dei vinti”, libero adattamento delle “Troiane” di Euripide.
Lo spettacolo è frutto de “Il Carro di Tespi”, denominazione dell’esperienza didattico- teatrale nata nel 1992 all’interno della Casa di Reclusione di Porto Azzurro. E’ un’iniziativa che rientra nella Progettazione Regionale “Teatro e Carcere” con l’intesa del PRAP Regionale. Trenta i detenuti attori coordinati da due insegnanti Bruno Pistocchi e Manola Scali, entrambi soci della Associazione di volontariato  “Dialogo”. Quest’anno il lavoro scelto è un libero adattamento delle “Troiane” di Euripide. Il senso profondo del dolore e di un destino che non si è scelto, ma che malgrado tutto si deve accettare e rispettare. Una scelta che mette al centro la donna che è madre, sorella, amica, moglie o compagna di una vita che, non essendo più la stessa, costringe ad una scelta abbandonare questi uomini o rimanergli accanto? E questi uomini accetteranno le loro decisioni o si affideranno alla sorte e alle loro idee? Un lavoro, comunque, che sottolinea il valore della speranza. Una produzione che si collega al linguaggio universale della musica prodotta dal Laboratorio musicale nato solo qualche mese fa e composto da detenuti-musicisti aiutati da due insegnanti: Daniele e Valentina. Un lavoro al quale collaborano l’Università “50 & PIU” e il Teatro Goldoni della città di Livorno. Alla manifestazione partecipano, tra gli altri, i giovani studenti del “Foresi” e i disabili presenti presso le varie cooperative presenti nel territorio.

Joomla templates by a4joomla